Boschi di Pietra

Un pomeriggio artistico- botanico per celebrare la giornata internazionale dei diritti dei bambini

Arboteca è entrato nel pieno del proprio percorso: l’esperienza botanico-scultorea denominata  Boschi di pietra è coincisa con la giornata internazionale dei diritti dei bambini.

Cosa centra Ortofficine Creative con i diritti dei bambini e della bambine?

A Rivolta d’Adda non ci sono bambini che non vedono tutelati i propri fondamentali diritti, ma può capitare che vengano disattesi alcuni “diritti secondari” tra cui quello di avere un tempo per sperimentare, e sperimentarsi, senza giudizi o obblighi di apprendimento.

Come adulti che operano dentro ad Ortofficine crediamo di avere una responsabilità verso le giovani generazioni: consegnar loro la Terra perché possano abitarla innovando, ricercando risposte, trovando spazio per essere.

Questo ci ha spinto a scegliere di occuparci di agricoltura sociale e sviluppo di comunità e questo ci anima proponendo gli Artlab.

Il tempo del laboratorio espressivo è un tempo naturale in cui i bambini vedono rispettati i propri diritti all’autonomia, al gioco e alla manualità: si tratta di tre diritti che, a volte, la società contemporanea tende a sottovalutare.

Il diritto all’autonomia è il diritto a fare, provare, sbagliare con il minor numero possibile di mediazioni adulte possibili. Sperimentando autonomia ogni bambino è attore dell’elaborazione dell’esperienza: apprendere in autonomia è una conseguenza dell’esperienza del laboratorio.

Il diritto al gioco è rispetto per il piacere di fare ed essere: il divertimento è ciò che conduce agli apprendimenti e sostiene i momenti di difficoltà che si possono incontrare durante l’esperienza. Il gioco è il linguaggio dei bambini ed è un diritto che, tante volte, viene riempito di aspettative: durante gli ArtLab non ci sono aspettative perché “non esiste mai un giusto o uno sbagliato”, esistono solo le esperienze che stiamo condividendo. La gratificazione, durante la partecipazione ai laboratori, non viene mai, o solo, dalla produzione di un artefatto, ma dal processo creativo tutto.

Il diritto alla manualità è il diritto all’esperienza sensoriale completa che permette di esplorare il mondo in modo molto più articolato di quanto potrebbe accadere se ci si affidasse solamente ai media visuali: durante Boschi di Pietra il contatto con la creta fredda e umida; la manipolazione di cortecce, rametti e frutti secchi degli alberi; la liquidità del gesso scagliola hanno arricchito il vocabolario sensoriale di ogni partecipante.

Fare comunità è prestare attenzione ad ogni suo componente e ai diritti di cui è portatore e attraverso gli ArtLab proviamo a farlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...